sabato 15 luglio 2017

Ti segnalo un libro | Umbrella Academy: Suite dell'Apocalisse - Gerard Way & Gabriel Bá

Buon pomeriggio, lettori!

Come state? Qui a Venezia il caldo sembra averci dato una tregua almeno in occasione della festa del Redentore! Tira un venticello fresco che invoglia proprio ad aprire un libro!

Oggi vi segnalo un fumetto già edito in Italia anni fa dalla Magic Press nel 2009. Si tratta del primo volume di The Umbrella Academy, ideato da Gerard Way e disegnato da Gabriel Bá, che la Bao ripubblicherà a fine mese in un formato tutto nuovo! Non solo avremo finalmente un cartonato ma ci saranno anche scene inedite!

Sono in super hype per questa uscita perchè ho veramente amato questo fumetto e sono felicissima di sapere che la Bao lo ha preso in mano! Ci porterà il secondo volume il prossimo anno e il terzo (ed ultimo?) volume uscirà in contemporanea con gli Stati Uniti!



Titolo: Umbrella Academy - Suite dell'Apocalisse
Autori: Gerard Way & Gabriel Bá
Editore: Bao Publishing

Data di uscita: 27 luglio 2017
Pagine: 184

Cartaceo: 20,00€

Trama: Creato da Gerard Way dei My Chemical Romance, e disegnato da Gabriel Bá, Umbrella Academy è una serie di miniserie incentrata attorno a sette supereroi nati da un evento unico e inspiegabile e in seguito adottati da Sir Reginald Hargreeves, inventore e miliardario, "per salvare il mondo", secondo lui. Profondo, immaginifico, denso di azione e di conflitto interiore, questo primo volume, Suite dell'Apocalisse, ha fatto capire al mondo che il musicista e cantante era più di un appassionato di fumetti. BAO Publishing propone i tre volumi della saga (l'ultimo dei quali sarà pubblicato in contemporanea con gli USA) in altrettanti eleganti, curatissimi cartonati.




Gerard Way è un cantante (ex My Chemical Romance) e fumettista statunitense. Fa il suo esordio nel mondo del fumetto nel 2007 con Umbrella Academy, pubblicato per Dark Horse. Nel 2013 esce la sua seconda opera, sempre per Dark Horse su disegni di Becky Cloonan: The True Lives of Fabulous Killjoys. Nel 2016 ha iniziato a lavorare per la DC Comics come curatore di Young Animal, etichetta della Casa editrice, per cui ha anche scritto le sceneggiature della serie Doom Patrol e di Cave Carson Has a Cybernetic Eye, rilanciando così il personaggio dell'universo DC.


Gabriel Bá è un fumettista brasiliano. Insieme al fratello Fábio Moon realizza numerosi graphic novel, tra cui Daytripper (Vertigo), e si alterna ai disegni della serie Casanova, edita dalla Image e scritta dallo sceneggiatore Matt Fraction. Nel 2008 realizza i disegni di Umbrella Academy, miniserie scritta da Gerard Way. Nel 2015, di nuovo in coppia con il fratello Fábio Moon, realizza il graphic novel Due Fratelli, edito in Italia da Bao. Sempre per Bao, nel 2017 esce l’adattamento a fumetti di Come parlare alle ragazze alle feste, un romanzo di Neil Gaiman.




Come ho già detto, io ho amato molto questa serie e sono sempre stata super curiosa di sapere come sarebbe andata a finire! Sono super contenta che Bao abbia preso in mano questo progetto, perchè sono sicura che, come al solito, faranno un lavoro bellissimo! All'inizio ero un po' indecisa se comprarlo o meno, perchè, in fin dei conti, due volumi di Umbrella Academy già ce li ho. Alla fine, però, ho deciso di prenderlo quindi il 27 andrò in libreria e dopo averci pianto un po' sopra lo comprerò, come è giusto che sia.

Comunque c'è da dire che la Bao non poteva avere tempistica migliore nel far uscire una nuova edizione di questo fumetto, dato che proprio l'altro giorno Gerard Way annuncia su twitter l'uscita di una serie di animazione per Umbrella Academy! Non ci sono ancora informazioni precise, ma si sa che sarà prodotta da Netflix e uscirà nel 2018. 

Ne riparleremo a fine mese quando recensirò il primo volume di Umbrella Academy, nella speranza ci siano novità! Di certo c'è solo che la mia sarà una recensione molto poco razionale e tanti feels.

Ma nel frattempo fatemi sapere le vostre opinioni! Conoscevate questa serie? Quali sono le vostre impressioni?

Fatemi sapere in un commento!

A presto,


lunedì 10 luglio 2017

Animali Fantastici e dove trovarli: l'edizione illustrata

Buonasera lettori!

Storie di pagine è ancora in manutenzione, ma sta riprendendo pianin pianino una forma. Intanto oggi vi porto una novità potteriana su cui mi è caduto l'occhio mentre perdevo tempo su facebook. Quest'anno è veramente pieno di nuove edizioni di Harry Potter e anche se sono veramente felice di ciò, il mio portafogli ne piange ogni giorno.

È in uscita a novembre in contemporanea in Inghilterra e negli Stati Uniti un'edizione illustrata per Animali fantastici e dove trovarli, l'enciclopedia di Newt Scamander che ogni potteriano doc possiede!

Questa nuova edizione, che uscirà per la Bloomsbury, avrà le illustrazioni di Olivia Lomenech Gill e ben due copertine differenti! La prima sarà quella dell'edizione inglese, mentre la seconda sarà per l'edizione americana:

Cosa ne pensate? Io personalmente preferisco l'edizione inglese con l'occamy, mi piacciono troppo i colori usati! E poi l'ippogrifo e tutto quel rosso e oro è troppo grifondoro!

Vi lascio altre illustrazioni e vi ricordo che potete trovarne altre sul sito di hypable a questo link!






Quali sono le vostre impressioni? 
Spero che sia pubblicato presto anche in Italia anche se personalmente, credo proprio me lo comprerò in lingua!
Fatemi sapere cosa ne pensate!

domenica 28 maggio 2017

Bungo Stray Dogs: i grandi della letteratura protagonisti di un mistery soprannaturale


Buonasera lettori!

Oggi rispolvero la rubrica Bites of Japan e vi presento Bungo Stray Dogs, un fumetto giapponese di Kafka Asagiri e disegnato da Sango Harukawa. In Italia è pubblicato con cadenza bimensile dalla Panini Comics e conta attualmente due volumi, mentre il terzo uscirà ad inizio luglio!

Bungo Stray Dogs è sbarcato in Italia dopo un grande successo in patria, con ben due serie anime, un film in uscita ad agosto e un live action in programma per l'anno prossimo. Ma da cosa è dovuto tanto successo?




Titolo: Bungo Stray Dogs
Autore: Kafka Asagiri
Disegnatore: Sango Harukawa
Editore: Panini Comics - Planet Manga

Anno: 2017

Volumi: Due editi in Italia
Pagine: 200

Prezzo: 4,50€

Trama: Il mistery si tinge di soprannaturale in una crime story esplosiva da cui è stato prodotto anche l'acclamato anime omonimo! Un'agenzia di detective ispirati a illustri autori letterari risolve casi ai limiti dell'impossibile usando poteri eccezionali! E non mancheranno di comparire personaggi ispirati a illustri autori occidentali. Preparatevi a stupirvi!






Protagonisti della storia sono Nakajima Atsushi, un ragazzino cacciato dall'orfanotrofio in cui viveva, e i membri dell'agenzia di detective che lo accolgono tra di loro. L'Agenzia dei Detective armati sembra avere l'obiettivo di proteggere la città dai malviventi e presenta un vasto assortimento di caratteri e personalità. Spiccano fra tutti Dazai Osamu, un infantile detective con una strana passione per il suicidio, e Kunikida Doppo, un severo e rigido idealista.

Insieme ad Atsushi, nel corso del primo volume, andremo a conoscere il lavoro dell'agenzia e dei suoi membri: oltre a Dazai e Kunikida ci saranno Edogawa Ranpo, Jun'ichiro Tanizaki e Miyazawa Kenji. Ci verranno presentati anche "i cattivi", i membri della Port Mafia, che sembra voler catturare il nostro protagonista per rivenderlo al miglior offerente. Tra gli appartenenti della mafia, però, facciamo la conoscenza solo di Akutagawa Ryuunosuke.

"La mafia è la quintessenza delle tenebre del mondo sotterraneo, un'organizzazione spietata che striscia come un ombra, e questo individuo in particolare... è un avversario troppo duro persino per la nostra agenzia.

Lui è dotato di un potere eccezionale. Si tratta di un'abilità brutale, perfezionata per compiere massacri."

Ambientata a Yokohama, seconda città più popolosa del Giappone, quella raccontata in Bungo Stray Dogs è una storia tra il thriller e il mistery, adornata di elementi sovrannaturali. I protagonisti di questo fumetto sono infatti dotati di poteri speciali, che usano per sconfiggere o perpetrare crimini.

Edogawa Ranpo 
Edogawa Ranpo
Cos'ha allora di differente da tutti gli altri fumetti del genere? Non è certo una novità avere dei protagonisti con poteri speciali che difendono la propria città dal male. Se vi interessate di letteratura orientale, avete in mano la vostra risposta. Già il nome della serie, "Bungo Stray Dogs", è traducibile come "i cani randagi della letteratura": in questo fumetto fanno la loro comparsa, infatti, molti famosi scrittori.

La maggior parte dei personaggi presenti nella storia porta il nome e le caratteristiche di alcuni dei più famosi scrittori giapponesi. Il personaggio Edogawa Ranpo, ad esempio, ha fantastiche doti di deduzione e veste con il tipico cappottino da detective di tardo '800. La sua controparte reale, infatti, è stata uno dei più grandi scrittori di gialli del '900 giapponese. Fu un grande ammiratore delle opere di Arthur Conan Doyle e Edgar Allan Poe, da cui trae, tra l'altro, il suo pseudonimo. Il nome "Edogawa Ranpo" deriva infatti dalla trasposizione fonetica giapponese del nome di Po: "Edogaa Aran Po". L'Edogawa Ranpo del manga è l'unico detective vero e proprio dell'agenzia ed è dotato di doti deduttive a dir poco strabilianti: senza dubbio, deriva questo tratto dallo scrittore suo omonimo, che è stato in grado di creare misteri tanto avvincenti quanto intrigati. Tra l'altro, è proprio allo scrittore Edogawa Ranpo che il famosissimo Detective Conan (Edogawa) deve il suo nome!

→ In Italia, di Edogawa Ranpo sono editi La belva nell'ombra (x) per Marsilio e la raccolta di racconti L'inferno degli specchi (x) per Mondo Urania.

Dazai Osamu

Dazai Osamu
Un altro esempio è quello di Dazai Osamu, che ho citato all'inizio definendolo come "un infantile detective con una strana passione per il suicidio". Questa sia sinistra passione non è casuale. Lo scrittore Dazai Osamu, infatti, nel corso della sua vita tento sei volte il suicidio ed, effettivamente, morì a trentanove anni uccidendosi con la moglie. Anche la costante ricerca della controparte animata dello scrittore di una donna con cui suicidarsi rimanda, senza dubbio, alle vicende della vita reale di Dazai.

→ In Italia, di Dazai Osamu sono editi per Feltrinelli Il sole si spegne (x) e Lo squalificato (x).

I collegamenti tra gli scrittori giapponesi e i personaggi del fumetto non sono limitati solo all'aspetto e al carattere. I poteri speciali che li caratterizzano non sono altro che le opere degli autori citati, quelle per cui sono più conosciuti. Dazai, ad esempio è in grado di annullare i poteri altrui grazie al suo "Squalificato", romanzo che racconta il progressivo deterioramento della vita di un uomo. Il potere del protagonista Nakajima Atsushi, "Belva sotto i raggi di luna", gli permette di trasformarsi in una gigantesca tigre bianca. Il nome della sua abilità deriva dal titolo del suo racconto Cronaca della luna sul monte, che narra la storia di un uomo segnato da una maledizione che lo porta ad uscire di senno e trasformarsi in una tigre bianca. In Italia, Cronaca della luna sul monte è stato pubblicato nell'omonima raccolta edita per Marsilio (x).

La caratterizzazione dei personaggi è originale e nuova ma al tempo stesso è in grado di cogliere quei tratti propri degli autori che chiunque li abbia studiati è in grado di riconoscere. Anche la storia è ben costruita e presenta colpi di scena che lasciano con il fiato sospeso (spesso per ben due mesi!). Tuttavia, ciò che ha reso questo fumetto un grande successo, secondo me, sono proprio i parallelismi tra i grandi autori giapponesi e i protagonisti. Se non ci fossero stati, sarebbe stata una bella storia da leggere, ma non mi avrebbe lasciato un granchè. La presenza della grande letteratura giapponese, importante protagonista della serie, mi ha permesso di riscoprirla e viverla secondo un'altro punto di vista e sicuramente ha fatto sì che mi appassionassi così tanto a questo fumetto.

Nei volumi successivi, inoltre, compariranno anche personaggi ispirati dalla grande letteratura mondiale, da Edgar Allan Poe in persona a John Steinbeck con il suo Furore. Insomma, secondo me è proprio una serie da non perdere!

Cosa ne pensate? Fatemi sapere in un commento!

venerdì 26 maggio 2017

TI SEGNALO UN LIBRO | IL CUORE È UN CANE SENZA NOME - GIUSEPPE ZUCCO

Di nuovo buonasera, lettori!

Dopo la recensione di Un anno senza te (che trovate qui), rimango in tema di cuori spezzati e vi segnalo questo libro uscito proprio ieri e che è finito subito nella mia wishlist!

Si tratta di Il cuore è un cane senza nome di Giuseppe Zucco. Ieri in libreria mi ha attirato la copertina e, dopo aver letto la trama, mi sono dovuta trattenere come non mai dal comprarlo subito!




Titolo: Il cuore è un cane senza noome
Autore: Giuseppe Zucco
Editore: Minimum Fax

Data di uscita: 25 maggio 2017
Pagine: 244

Cartaceo: 17,00€
eBook: 7,99€

Trama: Un uomo viene lasciato dalla donna che ama. All’inizio sembra prenderla bene, va al lavoro, esce con gli amici, continua la sua vita come nulla fosse. Poi una mattina scopre di guaire. Un guaito gli sfugge incontrollabile dalle labbra e prende a seguirlo ovunque, ogni volta che il ricordo di lei torna a fargli visita.
Straziato per l’abbandono e timoroso di mostrare in pubblico quella debolezza, l’uomo si isola sempre di più, ma anche così non sfugge al suo destino. Una notte, sfinito e al colmo della disperazione, si trasforma in un cane, e con quel corpo nuovo lascia la sua casa e si avventura in territori sconosciuti. L’uomo che guaisce, il cane senza nome, inizia un viaggio vertiginoso e struggente alla ricerca della donna. Scoprirà così che l’amore non è solo un sentimento, una forza oscura, un campo magnetico dentro il quale le cose più sorprendenti accadono, ma è un mondo intero, tenero e terribile insieme. Con Il cuore è un cane senza nome Giuseppe Zucco conferma e reinventa un verso di Emily Dickinson, «che l’amore è tutto quanto c’è», raccontando una storia indimenticabile con una scrittura calda, luminosa e delicata.


Giuseppe Zucco (1981) lavora alla Rai. Ha esordito con un racconto nell'antologia L'età della febbre (minimum fax, 2015) e ha pubblicato una raccolta di racconti, Tutti bambini (Egg Edizioni, 2016). Il cuore è un cane senza nome è il suo primo romanzo.





Sinceramente di questo libro mi ha incuriosito moltissimo lo spunto kafkiano e sono proprio curiosa di vedere come verrà sviluppata la storia! Non vedo l'ora di comprarlo e, se anche voi pensate di prenderlo, vi consiglio di farlo dalla feltrinelli, dove ha un bello sconto del 15%. Inoltre, per chi fosse a Roma o dintorni il 7 giugno, l'autore presenterà il libro presso Giufà Libreria caffè (x) alle 19:30! Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina dell'evento sul sito della casa editrice.

Fatemi saperi i vostri pensieri riguardo questo libro!
A presto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...